Questa testata aderisce all'anso  
 
Note Legali | Pubblicità | La Piazza | Bacheca | Info | Città
prima pagina
editoriali
attualità
costume e società
politica
economia
sport
cultura e spettacolo
tecnologia
eventi
dicono di noi on line
 
ambiente
casa
cinema
affari e finanza
dalla regione
diritto
gastronomia
salute e benessere
interviste del direttore
lettere alla redazione
territorio
viaggi
documenti
Diventa Capitano...
Scrivi su Capitanata.it
Lavora con noi
Pubblicità
ANSO
 
METEO
aggiungi a preferiti


21/4/2004

MATRIMONIO IMPOSSIBILE
Due risatine con una commedia leggera leggera
di Pierre Hombrebueno
Sulla carta poteva essere la più grande 'boiata' dell'anno. Innanzitutto il regista è uno di quelli da cui i cinefili preferiscono fuggire via a gambe levate (Andrew Fleming aveva precedentemente diretto insopportabili teen movies come 'Le ragazze della Casa Bianca').
Poi, la storia. Steve (Michael Douglas) è un agente segreto della CIA sempre in giro per il mondo a compiere pericolosissime missioni; Jerry (Albert Brooks) è un semplice medico che soffre di vertigini. Non hanno nulla in comune fino a quando il figlio di Steve non annuncia di voler sposare la figlia di Jerry.
'Non sarai mai parte della mia famiglia' risponde Jerry a Steve, ma ecco che una missione dell'agente segreto finisce per sbaglio a coinvolgere il medico tranquillo, che si ritrova così nel mondo pericoloso della malavita.
'Matrimonio Impossibile', remake di 'Una strana coppia di suoceri' di Arthur Hiller (all'epoca interpretata da Peter Falk e Alan Arkin), si rivela inaspettatamente una commedia piacevole, abbattendo le barriere del mio pregiudizio. Il matrimonio, logicamente, diventa possibilissimo in quanto il regista non rinuncia al buonismo e alla happy ending, ma le battute e le situazioni funzionano al meglio.
La coppia Douglas/Brooks viene mandata avanti dalla sceneggiatura di Andrew Bergman, portandoli nel sottile confine tra commedia leggera e demenzialità senza mai cadere troppo nel banale e nel retorico.
Douglas, pur non avendo il fisico e l'età di un James Bond, riesce a giocare col proprio ruolo e a far divertire il pubblico, mentre Albert Brooks, a tratti, è esilarante.
C'è sicuramente di meglio in giro, ma ogni tanto una commediola leggera leggera che strappi un paio di risate non guasta affatto.

Pierre Hombrebueno è web critico di www.cinemaplus.it e Presidente dell'Italian Online Movie Awards

  Segnala questa notizia a un amico
  Stampa questa notizia
altre notizie nella sezione Cinema

Google
WEB WWW.CAPITANATA.IT
 
 
Torremaggiore Informa
Asernet informa
Puntoit informa
RAS informa
Salcuni informa
ANSO informa
Sista informa
 
Newsgroup
Eventi
Newsletter
Guestbook
Cartoline
Il Mercatino
Cerco Lavoro
Offro Lavoro
Subappenino
Gargano
Alto
Tavoliere
Basso Tavoliere
Capitanata TV
Rete Civica Provinciale


Asernet Solutions
Pubblicità su Capitanata.it Note Legali info@capitanata.it
Capitanata.it - giornale on line registrato presso il Tribunale di Foggia con il n. 9/2001 - Direttore responsabile Matteo Tricarico