Questa testata aderisce all'anso  
 
Note Legali | Pubblicità | La Piazza | Bacheca | Info | Città
prima pagina
editoriali
attualità
costume e società
politica
economia
sport
cultura e spettacolo
tecnologia
eventi
dicono di noi on line
 
ambiente
casa
cinema
affari e finanza
dalla regione
diritto
gastronomia
salute e benessere
interviste del direttore
lettere alla redazione
territorio
viaggi
documenti
Diventa Capitano...
Scrivi su Capitanata.it
Lavora con noi
Pubblicità
ANSO
 
METEO
aggiungi a preferiti


4/5/2004

‘SCOOBY DOO 2’
Ritorna il cane investigatore dei misteri
di Pierre Hombrebueno
Squadra che vince non si cambia. Così, dopo il successone ai botteghini del primo film, torna il team al completo: il leader Freddie Prinze Junior, il goffo Mathew Lillard, la bella Sarah Michelle Gellar, l'intelligente Linda Cardellini, e ovviamente lui, il protagonista per eccellenza, il pasticcione digitale Scooby Doo.
Se nel precedente film il cattivo di turno era Mr. Bean, ora la squadra non dovrà affrontare un singolo nemico, bensì tutti gli avversari che hanno sconfitto in passato. Infatti uno strano marchingegno è riuscito a riportare in vita tutti i mostri ed i fantasmi che i protagonisti hanno già sistemato precedentemente.
'Scooby Doo: Mostri Scatenati' è il film più scarso e più brutto che il cinema ha da offrirci in questo momento. Non oso minimamente mettermi nei panni dei genitori che dovranno accompagnare i propri figli alla visione di questa agghiacciante pellicola. Forse i bambini riusciranno anche a godere le gag e gli effetti speciali di questo sequel, ma chi ha più di 10 anni stia lontano dalla sala il più possibile.
Tutto è circondato da un'aria pesantissima di banalità, e tutte le parole che escono dalla bocca dei protagonisti, dalla A alla Z, sono un disturbo mentale e un'offesa per l'intelligenza degli spettatori.
La storia è pressoché inesistente, montata su con la speranza di reggerlo in piedi con tonnellate di effetti speciali, purtroppo anch'essi mal curati.
Se i quattro protagonisti sono i principini e le principessine dell'Hollywood di oggi, allora aspettatevi un fallimento artistico dell'industria entro breve.
L'unico fattore che poteva risollevare un po' le sorti di un film di questo tipo era una minima essenza di 'coolness', ma nonostante il regista Naja Gosnell ci abbia provato, il film risulta di un'inutilità fastidiosa.
Dopo la visione di Scooby Doo, non saranno i mostri ad essere scatenati, bensì gli spettatori, scatenati dalla rabbia per aver sprecato così i soldi per il cinema.

Pierre Hombrebueno è web critico di www.cinemaplus.it e Presidente dell'Italian Online Movie Awards

  Segnala questa notizia a un amico
  Stampa questa notizia
altre notizie nella sezione Cinema

Google
WEB WWW.CAPITANATA.IT
 
 
Torremaggiore Informa
Asernet informa
Puntoit informa
RAS informa
Salcuni informa
ANSO informa
Sista informa
 
Newsgroup
Eventi
Newsletter
Guestbook
Cartoline
Il Mercatino
Cerco Lavoro
Offro Lavoro
Subappenino
Gargano
Alto
Tavoliere
Basso Tavoliere
Capitanata TV
Rete Civica Provinciale


Asernet Solutions
Pubblicità su Capitanata.it Note Legali info@capitanata.it
Capitanata.it - giornale on line registrato presso il Tribunale di Foggia con il n. 9/2001 - Direttore responsabile Matteo Tricarico