Questa testata aderisce all'anso  
 
Note Legali | Pubblicità | La Piazza | Bacheca | Info | Città
prima pagina
editoriali
attualità
costume e società
politica
economia
sport
cultura e spettacolo
tecnologia
eventi
dicono di noi on line
 
ambiente
casa
cinema
affari e finanza
dalla regione
diritto
gastronomia
salute e benessere
interviste del direttore
lettere alla redazione
territorio
viaggi
documenti
Diventa Capitano...
Scrivi su Capitanata.it
Lavora con noi
Pubblicità
ANSO
 
METEO
aggiungi a preferiti


8/4/2005

ENNESIMA PROROGA MINISTERIALE DELLA PESCA AI 'BIANCHETTI'
La LAC denuncia la distruzione della fauna ittica
Con Decreto del Ministero delle Politiche Agricole del 4 aprile (firmato dal Sottosegretario Paolo Scarpa Bonazza Buora), in corso di pubblicazione, è stata consentita per l’anno 2005 una seconda proroga (dopo quella ammessa nei mesi di febbraio e marzo) per 'la pesca professionale del novellame di sardina (Sardina pilchardus), e del Rossetto (Aphia minuta) nei giorni feriali,alle unità allo scopo autorizzate, per ulteriori 15 giorni consecutivi a decorrere dal 5 al 19 aprile, esclusi i Compartimenti Marittimi dello Ionio (Taranto e Crotone) ove l’ulteriore periodo è fissato dall’ 8 al 21 aprile'.
Alcuni Paesi mediterranei, tra cui l’Italia, da diversi anni reclamano deroghe e proroghe delle disposizioni comunitarie (quelle del Regolamento CE 1626/94) che prevedevano l’entrata in vigore del divieto di pesca al novellame di Sardina (c.d. 'bianchetti'), e del Rossetto (quest’ultimo pesce adulto ma di piccole dimensioni).
La LAC (Lega Abolizione Caccia), ha denunciato la situazione di scempio delle risorse ittiche portate avanti a livello ministeriale solo per soddisfare le richieste di alcune lobby.
'Il Ministero delle Politiche Agricole - dicono dalla LAC - ha sponsorizzato in sede UE, anche alla fine dell’anno scorso, la richiesta di alcune categorie interessate, con l’ambigua motivazione, citata nel Decreto italiano, 'dei risultati conseguiti nel corso delle ultime campagne di pesca del novellame da consumo e del Rossetto'. Ora il traballante motivo della seconda deroga del 2005 sono 'le avverse condizioni meteomarine' dell’inverno passato. Di proroga in proroga,la pesca al novellame, nata come deroga sperimentale,sta diventando la norma,e l’appetito vien mangiando (o meglio depauperando). Una pesca antieconomica, a livello di programmazione a lungo termine, ma a quanto pare gradita a chi vuole monetizzare nell’immediato l’annientamento delle risorse ittiche costiere, alla faccia del destino della pesca delle future generazioni. Questa forma di pesca sconvolge gli equilibri esistenti facendo scomparire quel primo anello della catena alimentare marittima costituita dal bianchetto. Infatti il bianchetto (novellame composto da sarde, alici e alaccie) da sempre ha costituito la base della catena biologica. Il numero crescente di imbarcazioni, gli strumenti sempre più sofisticati che localizzano esattamente i banchi di minutaglia più consistenti, le maglie delle reti al di sotto dei 5 mm. consentiti dalla legge, i bassi fondali su cui le imbarcazioni operano, consentono lo sfruttamento sistematico di questa fondamentale risorsa marina. Le autorizzazioni vengono concesse dal Ministero delle Politiche Agricole. Queste 'sperimentazioni' avrebbero dovuto terminare il 31 maggio del '97, ma - senza giustificate motivazioni - si è sentita l'opportunità di prorogare e ampliare il regime sperimentale a tutt'oggi, nonostante la netta contrarietà anche di numerosi esperti di gestione degli stocks ittici e di parte dello stesso mondo della pesca marittima. Si continua a sottoporre gran parte delle coste italiane ad uno sforzo di pesca inusuale e sovradimensionato rispetto alle normali possibilità di autorigenerazione. Una situazione di 'non ritorno' insomma, che non soltanto gli ambientalisti, ma specialmente i pescatori più responsabili , non dovrebbero più tollerare'.

  Segnala questa notizia a un amico
  Stampa questa notizia
altre notizie nella sezione Ambiente

Google
WEB WWW.CAPITANATA.IT
 
 
Torremaggiore Informa
Asernet informa
Puntoit informa
RAS informa
Salcuni informa
ANSO informa
Sista informa
 
Newsgroup
Eventi
Newsletter
Guestbook
Cartoline
Il Mercatino
Cerco Lavoro
Offro Lavoro
Subappenino
Gargano
Alto
Tavoliere
Basso Tavoliere
Capitanata TV
Rete Civica Provinciale


Asernet Solutions
Pubblicità su Capitanata.it Note Legali info@capitanata.it
Capitanata.it - giornale on line registrato presso il Tribunale di Foggia con il n. 9/2001 - Direttore responsabile Matteo Tricarico