Questa testata aderisce all'anso  
 
Note Legali | Pubblicità | La Piazza | Bacheca | Info | Città
prima pagina
editoriali
attualità
costume e società
politica
economia
sport
cultura e spettacolo
tecnologia
eventi
dicono di noi on line
 
ambiente
casa
cinema
affari e finanza
dalla regione
diritto
gastronomia
salute e benessere
interviste del direttore
lettere alla redazione
territorio
viaggi
documenti
Diventa Capitano...
Scrivi su Capitanata.it
Lavora con noi
Pubblicità
ANSO
 
METEO
aggiungi a preferiti


8/7/2005

LA REGIONE FERMA L'EOLICO PER UN ANNO
Approvato lo schema di DDL dalla Giunta Regionale
La Regione Puglia parte con la moratoria sull’eolico. E’ quanto è stato deciso attraverso lo schema di disegno di legge che pone la moratoria per tutte le procedure di valutazione di impatto ambientale e per le procedure di autorizzazione di impianti di energia eolica.
L’articolo unico del decreto legge recita pone anche dei limiti e cioè «.. comunque fino e non oltre il 30 giugno 2006». Entro sei mesi dall’entrata in vigore del ddl la Regione dovrà definire il piano energetico ambientale regionale.

“Sono sospese le procedure – recita ancora il ddl- di valutazione di impatto ambientale, ai sensi della legge regionale n.11/2001, nonchè le procedure autorizzative, ai sensi dell’art. 12 del d.lgs.29 dicembre 2003, n.387, delle istanze relative alla realizzazione di impianti eolici inoltrate ai competenti uffici regionali successivamente alla data del 30 aprile 2005, ad esclusione di quelli a unica turbina di potenzialità nominale fino a 1 MW, destinati in via prioritaria a produzione di energia per autoconsumo».
«Gli impatti degli impianti eolici - spiega inoltre la relazione che accompagna lo schema di ddl - sono da ricondurre non solo agli aspetti paesaggistici, ma anche, se non addirittura soprattutto, a quelli connessi al consumo di territorio per la realizzazione delle infrastrutture di supporto connesse sia alla realizzazione, sia alla gestione degli impianti stessi: viabilità e piste per l’accesso alla aree di impianto; cabine di trasformazione; stazioni di trasferimento e reti di trasporti dell’energia prodotta, con evidenti detrazioni apportate sulla continuità delle aree agricole e, spesso, su quella degli habitat naturali, fortemente interessati da tali installazioni».


Secondo la relazione che accompagna lo schema di provvedimento si mettono in dubbio anche i veri benefici di questo tipo di energia alternativa: “I benefici producibili risultano fortemente ridimensionati e resi relativi ove si consideri che: la fonte eolica di produzione di energia è una fonte non programmabile, in quanto correlata ad eventi atmosferici non prevedibili, se non su base statistica, e pertanto non in grado di costituire una fonte di sostituzione, quanto una fonte integrativa. .. Si può stimare, infatti, che gli impianti installati siano sfruttati solo per una percentuale del 25-30% della relativa potenzialità. Da ciò deriva che una produzione significativa di energia eolica, in termini assoluti, richiede una elevata diffusione di impianti sul territorio: la capacità del territorio regionale di sostenere tale diffusione è tutta da valutare; l’economicità della maggior parte degli impianti eolici, soprattutto di quelli realizzati in condizione limite di ventosità utile (appunto la maggior parte di quelli realizzati in Puglia) è legata ad un mercato assistito, strettamente dipendente dallo sviluppo del mercato dei cosiddetti ’certificati verdì. Da ciò deriva che l’eventuale venir meno del sistema incentivante o il solo ridimensionamento dello stesso dovuto allo sviluppo delle diverse fonti energetiche rinnovabili a livello nazionale, metterebbe di fatto fuori mercato numerosi impianti oggi autorizzati in Puglia che, anche se dimessi e smantellati da parte degli operatori, lascerebbero sul territorio il sistema infrastrutturale connesso quale detrattore ambientale importante».

  Segnala questa notizia a un amico
  Stampa questa notizia
altre notizie nella sezione Ambiente

Google
WEB WWW.CAPITANATA.IT
 
 
Torremaggiore Informa
Asernet informa
Puntoit informa
RAS informa
Salcuni informa
ANSO informa
Sista informa
 
Newsgroup
Eventi
Newsletter
Guestbook
Cartoline
Il Mercatino
Cerco Lavoro
Offro Lavoro
Subappenino
Gargano
Alto
Tavoliere
Basso Tavoliere
Capitanata TV
Rete Civica Provinciale


Asernet Solutions
Pubblicità su Capitanata.it Note Legali info@capitanata.it
Capitanata.it - giornale on line registrato presso il Tribunale di Foggia con il n. 9/2001 - Direttore responsabile Matteo Tricarico