Questa testata aderisce all'anso  
 
Note Legali | Pubblicità | La Piazza | Bacheca | Info | Città
prima pagina
editoriali
attualità
costume e società
politica
economia
sport
cultura e spettacolo
tecnologia
eventi
dicono di noi on line
 
ambiente
casa
cinema
affari e finanza
dalla regione
diritto
gastronomia
salute e benessere
interviste del direttore
lettere alla redazione
territorio
viaggi
documenti
Diventa Capitano...
Scrivi su Capitanata.it
Lavora con noi
Pubblicità
ANSO
 
METEO
aggiungi a preferiti


25/7/2005

SUL GOLFO INQUINATO FARE VERDE E' SICURA
'I politicanti di Manfredonia sono come gli struzzi'
Qualche mese fa l’associazione 'Fare Verde' intervenne sulla questione del mare inquinato di Manfredonia incoraggiando l'amministrazione comunale ad intervenire per cercare di risolvere il problema. Tutto partì da una foto fatta sul litorale di Siponto che mostrava una strana schiuma bianca e marrone. Capitanata.it diede la notizia e mostrò quell'immagine giunta in redazione grazie proprio all'associazione ambientalista (foto che abbiamo ripreso anche su questo articolo).
Adesso, anche alla luce dei dati forniti da 'Goletta Verde 2005', l'associazione ambientalista di Manfredonia ritorna sulla questione accusando l'amministrazione comunale di non curare il mare del Golfo di Manfredonia e, anzi, nonostante sia già stata sottoposta ad alcune procedure di infrazione da parte degli organi di controllo internazionali, non provvede a risolvere i problemi che da anni affliggono la popolazione sipontina.
Ecco l'elenco dei provvedimenti:
1) Manfredonia subisce una procedura di infrazione da parte dell’Unione Europea per il torrente Candelaro, gravemente inquinato per la mancata osservanza dei limiti comunitari sulle acque di depurazione immesse nei corsi d’acqua.
2) l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) dichiara che Manfredonia rientra tra le aree più inquinate d’Italia, anche a causa degli effetti della contaminazione chimica sulla popolazione dalla fuga tossica di 26 anni fa. Buona parte di quelle «dieci tonnellate» di veleni sono ancora presenti in oltre trecento ettari di terreno e in una vasta area marina, pari a 859 ottocentocinquantanove ettari di superficie a mare.
3)il Ministero della Salute illustra i dati di coste non balenabili per inquinamento: SCARICO ENICHEM AGRICOLTURA, CANALE EX FOGNA DI MANFREDONIA, FOCE CANALE ACQUE ALTE, FOCE CANALE CARAPELLE, FOCE CANALE PELUSO, FOCE TORRENTE CANDELARO, FOCE TORRENTE CERVARO, FOCE TORRENTE IPPOCAMPO, LIDO DI SIPONTO, SCARICO FARO, VILLAGGIO RESIDENZIALE LAURO.
Alla luce di queste 'condanne' per Fare Verde 'i politicanti di Manfredonia minimizzano il problema', è il Presidente di Fare Verde, Paolo Ciro D’Apolito ad affermarlo, ribadendo che: 'questi politicanti dicono nelle loro campagne elettorali di aver investito sull’ambiente e di voler sviluppare il turismo. Ma quali sono le basi di queste affermazioni se si vede il contrario? Invece di far finta di non vedere e di non sentire e continuare a fare brutte figure, una volta per tutte affrontino il problema del mare inquinato a Manfredonia. Ma, purtroppo, prendiamo atto che continuano a fare come gli struzzi. Si deve dire la verità ed affrontarla, invece di chiacchierare e cadere in promesse, affermazioni e polemiche ridicole'.

  Segnala questa notizia a un amico
  Stampa questa notizia
altre notizie nella sezione Ambiente

Google
WEB WWW.CAPITANATA.IT
 
 
Torremaggiore Informa
Asernet informa
Puntoit informa
RAS informa
Salcuni informa
ANSO informa
Sista informa
 
Newsgroup
Eventi
Newsletter
Guestbook
Cartoline
Il Mercatino
Cerco Lavoro
Offro Lavoro
Subappenino
Gargano
Alto
Tavoliere
Basso Tavoliere
Capitanata TV
Rete Civica Provinciale


Asernet Solutions
Pubblicità su Capitanata.it Note Legali info@capitanata.it
Capitanata.it - giornale on line registrato presso il Tribunale di Foggia con il n. 9/2001 - Direttore responsabile Matteo Tricarico