Questa testata aderisce all'anso  
 
Note Legali | Pubblicità | La Piazza | Bacheca | Info | Città
prima pagina
editoriali
attualità
costume e società
politica
economia
sport
cultura e spettacolo
tecnologia
eventi
dicono di noi on line
 
ambiente
casa
cinema
affari e finanza
dalla regione
diritto
gastronomia
salute e benessere
interviste del direttore
lettere alla redazione
territorio
viaggi
documenti
Diventa Capitano...
Scrivi su Capitanata.it
Lavora con noi
Pubblicità
ANSO
 
METEO
aggiungi a preferiti


28/10/2005

NIENTE ICI PER CHI AFFITTA A CANONE AGEVOLATO
Foggia seconda solo a Bologna
'Un accordo storico per la città di Foggia'. Così l’assessore ai tributi Alfredo Grassi ha commentato la firma dell’intesa sottoscritta dall’Amministrazione comunale con le organizzazioni della proprietà edilizia e le associazioni degli inquilini per i contratti di locazione concordati. Foggia, infatti, è il secondo Comune capoluogo in Italia, dopo Bologna, ad aver deciso di azzerare l’aliquota ICI (attualmente pari al 4 per mille) per tutti i proprietari che stipuleranno contratti di fitto con il canale ‘agevolato’. Si tratta di contratti che prevedono che il canone venga stabilito sulla base di valori definiti da accordi locali tra le associazioni dei proprietari e quelle dei conduttori. A fronte di questo affitto ‘calmierato’ i proprietari hanno diritto ad agevolazioni fiscali, per quanto riguarda l’Irpef, l’imposta di registro e, appunto, l’Ici.
'L’intesa - ha continuato Grassi - porterà sicuri benefici sul territorio comunale, allentando l’emergenza abitativa e ponendo un freno al ‘caro fitti’'. L’obiettivo è anche quello di combattere l’elusione fiscale e i fitti 'in nero', quelli cioè non registrati. Una situazione, quest’ultima, che riguarda soprattutto gli immobili dati in fitto agli studenti universitari. L’accordo sottoscritto prevede anche un canale agevolato per le esigenze abitative di questa categoria, e per i contratti transitori. Vantaggi per i proprietari e per gli inquilini, dunque, ma vantaggi anche per l’Amministrazione che compenserà le minori entrate attraverso un’azione di intervento forte contro l’evasione e l’elusione fiscale.
I contratti agevolati attualmente depositati presso il Comune sono 200. Obiettivo (l’accordo entrerà in vigore da gennaio 2006) è arrivare a quota 1000. Pertanto, sulla base di tale previsione, la riduzione del gettito fiscale per il bilancio comunale verrebbe a quantificarsi in 260mila euro. 'E’ indubbio - ha affermato l’assessore al bilancio Angelo Benvenuto - che l’azzeramento dell’Ici rappresenti un sacrificio per il Comune, tenuto conto degli imminenti e pesantissimi tagli sui bilanci degli enti locali previsti dalla Finanziaria. Pur in questo scenario l’Amministrazione ha voluto partecipare alla costruzione di un accordo che, partendo dalla considerazione della forte tensione abitativa, potrà diventare un fondamentale elemento propulsivo per la città. Oggi abbiamo lanciato un messaggio forte, un ulteriore segnale di accoglimento delle esigenze della gente, una concreta risposta ad uno dei punti cardine del programma di governo: il problema della casa'.
Grande soddisfazione per l’intesa unitaria è stata espressa dalle associazioni degli inquilini (Sicet, Sunia, Uniat) e quelle dei proprietari (Appe-Confedilizia, Appc, Confappi). 'E’ un accordo importante non solo perché rilancia il segmento dei contratti agevolati ma anche perché guarda alle nuove povertà, cassintegrati, famiglie monoreddito, extracomunitari, e a quelle fasce di reddito intermedio che non possono partecipare ai bandi per l’assegnazione delle case popolari né possono accedere al mercato libero', ha commentato Felice Cappa (Sicet). Franco Granata (Appe-Confedilizia) ha evidenziato come quest’accordo sostituisca quello precedente, del 1999, senza i prevedibili aumenti che potevano scaturire dall’inflazione. Altro aspetto importante, oltre all’abbattimento dell’Ici, l’impegno delle associazione di categoria ad assistere i propri soci, a certificare e depositare presso il Comune i contratti sottoscritti, nonché - elemento, questo, innovativo - ad allestire sportello di informazione sull’accordo raggiunto e per il ritiro dei contratti.

  Segnala questa notizia a un amico
  Stampa questa notizia
altre notizie nella sezione Casa

Google
WEB WWW.CAPITANATA.IT
 
 
Torremaggiore Informa
Asernet informa
Puntoit informa
RAS informa
Salcuni informa
ANSO informa
Sista informa
 
Newsgroup
Eventi
Newsletter
Guestbook
Cartoline
Il Mercatino
Cerco Lavoro
Offro Lavoro
Subappenino
Gargano
Alto
Tavoliere
Basso Tavoliere
Capitanata TV
Rete Civica Provinciale


Asernet Solutions
Pubblicità su Capitanata.it Note Legali info@capitanata.it
Capitanata.it - giornale on line registrato presso il Tribunale di Foggia con il n. 9/2001 - Direttore responsabile Matteo Tricarico